Capirlo è il primo passo. 

Non preoccupatevi, non è una seduta degli alcolisti anonimi, nè ho da confessare qualche dipendenza, ma ieri ho capito una cosa. Ascoltavo alla radio uno dei miei programmi preferiti, un format che raccoglie una serie infinita di racconti di gente perfettamente normale e perciò irrimediabilmente folle che parla di se stessa, le paure, le speranze, gli aneddoti divertenti. Al mercoledì sera fanno intervenire gli ascoltatori che si sono candidati in settimana per raccontare o far conoscere in cinque minuti una loro attività, piuttosto che il lavoro che sognano o un’idea che ha bisogno di sostenitori. (Andate a vederlo se vi va #incinqueminutisudj.)

Comunque… ascoltavo le varie storie e ho pensato “wow, sarebbe divertente farsi intervistare!” perchè in fondo in fondo anche io mi sento parte di quella tribù di pazzoidi pieni di strane idee e vite saltellanti… maaaaaa, su cosa? Qual è la mia particolarità, una specificità, una cosa che mi fa riconoscere, che mi identifica? Ho iniziato a fare mentalmente l’elenco delle mie capacità e di tutto quello che so fare. Un elenco abbastanza lungo, a dirla tutta, troppo lungo. Ho molti interessi, so che se ho un’idea le mie mani riescono, in un modo o nell’altro, a farla diventare concreta, so che quando mi piace una cosa, riesco per dritto o per traverso ad infilarmici dentro. Ma, detto questo, io non saprei descrivermi con una sola parola oppure dire cosa mi piace di più in assoluto o so fare meglio.

  

Potrei vederlo come una mancanza o come una risorsa, potrei credere che saper fare troppe cose significhi in realtà non saperne fare bene nessuna oppure che essere in grado di riuscire a prodursi, cucinarsi, crearsi da soli quello che ci interessa è una grande, grandissima fortuna. Lo sapete già, io vedo sempre in positivo,o perlomeno ci provo, e quindi mi sono detta: “Vero, sei capace di fare tutto, ma non sei esperta in niente…ma che ti frega?” Ognuno sa fare quello che sa fare, è com’è! Non sono capace di concentrarmi su un solo argomento alla volta e non so scegliere. E quindi? Quindi continuo a fare tutto, tutto quello che mi va. Se vedo una bella gonna, me la cucio. Se mi piace un’attività per i miei bimbi, la sperimento. Se prima di uscire a cena mi accorgo di non avere un paio di orecchini in tinta con i miei vestiti, me li faccio! Certamente la mia rimarrà soltanto una lunga serie di esperimenti, più o meno riusciti. Ma meglio tentare di sperimentare qualcosa mai fatto prima che fossilizzarsi solo su una cosa e non andare mai oltre,oppure no? Come sempre, io non lo so quale sia la cosa giusta da fare. Forse sarebbe meglio evitare di cimentarsi in troppi ambiti per poi non sapere trattarne uno fino in fondo ed io in realtà un pò invidio chi può davvero definirsi esperto e competente in ciò che fa, ma magari non tutti siamo uguali e per scoprire davvero la nostra vera natura dobbiamo metterci il più possibile in discussione. Io fino ad ora ho sempre cercato di fare così; non rifiuto nessun lavoro a priori, ci provo e magari non ci riesco, ma ci provo, non dico no senza pensare bene se qualcosa è fattibile o meno, non mi demoralizzo senza averci sbattuto la testa. Anzi, vi dirò, funziono più al contrario: non mi sento mai davvero capace e non riconosco fino in fondo di esserci riuscita. Non credo molto nelle mie potenzialità, mi sento sempre un work in progress.

Immagine 140.jpg

Sono fatta così, ci sto lavorando.
La CiCci


Annunci

5 pensieri su “Capirlo è il primo passo. 

  1. Erica ha detto:

    Io sto imparando adesso a 40 anni a riconoscere le mie qualità e tu Fede sei in anticipo di quasi 10 anni prosegui su questa strada vedrai le troverai tutte ben definite . Un abbraccio e grazie adoro leggere la mia piccola cuginetta 😘

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...